I Fondi Sovrani e l’immobiliare: crescono gli investimenti

24 November 2015

I fondi sovrani hanno dedicato il 46% dei capitali al mattone conferendo al Real Estate un ruolo di primo piano, conquistato grazie a 32 deal conclusi ed una quota pari a 23,86miliardi di euro raggiunta nel 2014.

Esperto del settore del Real Estate, l’Avvocato Davide Apollo, insieme ai soci dello Studio Legale Apollo & Associati, rileva i dati secondo i quali in particolare i fondi sovrani mediorientali hanno puntato la propria attenzione sul comparto immobiliare italiano, mentre sul fronte globale spicca l’azione del gruppo dei private equity americani. Fonti di rilievoriportano per entrambi un dato di incremento degli investimenti immobiliari fino al 15% degli asset totali.

Tali investitori internazionali trovano interesse nel settore del Real Estate grazie alle particolari caratteristiche che esso presenta, legate ai fattori di rischio/rendimento ed al carattere di concretezza presentata dall’investimento immobiliare, il quale si pone in una logica antinflazionistica di lungo periodo con flussi di cassa costanti che, seppur non di grandi dimensioni, presentano comunque una durata a lungo termine. Per quanto riguarda l’Italia, nel periodo tra il 2009 e il 2014, è stata attuata solamente una delle dieci grandi operazioni immobiliari concluse in Europa, il cui valore medio nel medesimo periodo è passato da 200 a 679milioni di euro.

All’interno del mercato Real Estate Italiano, in cui l’Avvocato Davide Apollo opera con lo Studio Legale Apollo & Associati, cresce l’interesse per i “permanent capital”, elemento di stimolo per quei soggetti che operano nel settore, per la realizzazione di prodotti vendibili in un mercato che soffre la carenza di prodotti in linea con le aspettative dei grandi investitori internazionali.